Ordina oggi e otterrai la spedizione gratuita.
 

SHAESTA WAIZ

IL NOSTRO IMPEGNO.
LA SUA LIBERTÀ.

La famiglia di Shaesta Waiz è emigrata negli Stati Uniti quando era piccola. Cresciuta in una tradizionale famiglia afgano-americana, Shaesta credeva che il suo futuro fosse sposarsi giovane e metter su una famiglia numerosa. Ma l'aviazione ha cambiato tutto.

"Era una mia grande passione", afferma. "Quando sono lassù, capisco cosa vuol dire avere uno scopo nella vita".

Tuttavia, perseguire la sua grande passione comporta delle sfide. Con l'avanzare della sua carriera le venivano assegnati voli sempre più lunghi e le sue cuffie diventavano sempre più scomode. Finché, un giorno, un amico le ha prestato le sue cuffie Bose.

UNA PASSIONE SEMPRE VIVA

"Sapevo che avrei voluto le A20 per il mio volo intorno al mondo."

UN PICCOLO DETTAGLIO.

UNA GRANDE DIFFERENZA.

Le nostre precedenti cuffie avioniche sono state molto apprezzate, ma sapevamo di poterle migliorare. Il nostro obiettivo per le cuffie A20 era proprio questo. Una delle maggiori modifiche riguarda quello che a prima vista potrebbe sembrare il più piccolo dei dettagli.

A causa della sospensione a forcella, i cuscinetti delle cuffie Aviation Headset X si toccavano quando non erano in uso. E, con il tempo, iniziavano a perdere forma. Quando abbiamo realizzato le A20, abbiamo modificato questo componente.

 
 
 
 

Un nuovo design del sistema di sospensione e un'esclusiva molla a torsione centrale fanno sì che i cuscinetti non si tocchino quando le cuffie non sono in uso e rimangano stabili e comodi quando si indossano.

Ciò che conta è il volo, non le cuffie.

"Se le cuffie sono ben progettate, ci si dimentica di averle addosso."

Matt Greenway, ingegnere Bose

NOI LO FACCIAMO PER LEI.

LEI LO FA PER LORO.

Sosteniamo la causa di Dreams Soar e di Shaesta nel suo intento di fare il giro del mondo in solitario. Al termine del viaggio, sarà la più giovane donna pilota ad aver compiuto questa impresa. Ma c'è un altro aspetto che rende straordinario questo progetto, ovvero ciò che Shaesta farà lungo il cammino. La sua passione per il volo l'ha spinta a perseguire tutto ciò che sognava e desidera aiutare altre giovani donne a fare come lei.

Shaesta spiega: "Uno degli obiettivi di questo viaggio è dare risalto alle donne che operano nei campi della scienza, della tecnologia, dell'ingegneria e della matematica, dimostrare che esistono e hanno successo. Voglio provare alle ragazze che è entusiasmante lavorare in questi settori".

"Niente può darti un senso di libertà più grande di pilotare un aereo verso una destinazione che hai scelto."