Prova gratuita di 90 giorni, 2 anni di garanzia e consegna standard gratuita per ordini superiori a € 45

PRESTAZIONI SPORTIVE STRAORDINARIE

In che modo la musica può fare la differenza per gli atleti professionisti

La musica ti porta dove vuoi. Per gli atleti professionisti, questa meta è rappresentata dalle massime prestazioni. La scienza sostiene che la musica abbia un impatto sugli atleti, poiché alcuni studi hanno dimostrato l’innegabile connessione tra musica e performance atletica, confermando la sua capacità di motivare gli atleti a lavorare sodo e favorire la concentrazione.

Questa notizia non sorprenderebbe atleti come Allyson Felix, vincitrice di nove medaglie, che sceglie la canzone di Beyoncé, “Diva”, per darsi la carica. “Se sei una velocista, devi ascoltarla per forza”, spiega. “Sfido persone agguerrite, e tutti vogliamo vincere. Sento di dover ascoltare questa canzone per entrare nello stato d'animo giusto ed essere pronta a partire. In occasione di ogni gara importante, mi ricordo di averla ascoltata.”

Allyson Felix con i Bose QuietComfort Earbuds mentre si allena

Allyson Felix con i Bose QuietComfort® Earbuds

Allyson Felix con i Bose QuietComfort Earbuds a casa dopo l’allenamento

Per i fan, la connessione tra sport e musica non è difficile da individuare, in quanto i media abbondano di immagini con atleti che indossano cuffie o auricolari resistenti al sudore durante gli allenamenti e i riscaldamenti pre-partita, o mentre scendono dal pullman squadra prima di un evento.

Ma cosa pensano gli atleti stessi dell’importanza della musica nello sport? A condividere le proprie idee sono la pugile campionessa del mondo e professionista di MMA, Claressa Shields, il vincitore del Trofeo Heisman 2020, DeVonta Smith, dei Philadelphia Eagles, il vincitore degli U.S. Open 2020, Bryson DeChambeau, e le scelte del primo giro del Draft NFL 2021, Trevor Lawrence dei Jacksonville Jaguars, Zach Wilson dei New York Jets e Justin Fields dei Chicago Bears.

Perché la musica è una parte importante del tuo allenamento e delle tue prestazioni?

Claressa Shields: la musica è terapeutica per me. Sono sempre stata una persona riflessiva, ma è difficile pensare quando sei circondata da rumori e persone. La musica mi offre la possibilità di praticare il dialogo interiore e di bloccare i rumori esterni. Molte persone non lo sanno, ma ascolto numerosi brani jazz e musica strumentale, musica che mi trasmette tranquillità e mi consente di focalizzarmi sull’obiettivo: la settimana di combattimenti.

DeVonta Smith: sono una persona molto tranquilla, quindi quando sono in palestra o mi preparo alla partita, la musica mi dà la possibilità di concentrarmi su me stesso. Senza musica, ci sono troppe distrazioni.

Bryson DeChambeau: la musica è una parte importante dell’allenamento e delle prestazioni perché mi permette di esprimere la mia voglia di lavorare sodo. Mi consente di entrare in uno stato di completa motivazione. Senza musica, è difficile tenere il ritmo e farsi assorbire dal momento; mi sentirei spento.

Trevor Lawrence: ascoltare musica è la prima cosa che faccio ogni volta che mi alleno o mi preparo per una partita. Mi dà la carica per allenarmi e giocare al massimo livello. Non riesco a immaginare di allenarmi senza musica, sembrerebbe innaturale.

Zach Wilson: sono sempre in palestra e la musica mi permette di concentrarmi sull’allenamento. Mi dà l’energia e la motivazione per continuare a spingermi oltre, perché senza la musica tendo a perdere la concentrazione.

Justin Fields: musica e allenamento vanno di pari passo. Mi piace adeguare il ritmo delle canzoni all’intensità degli allenamenti e al mio umore. Sarebbe strano allenarsi senza. Sarebbe difficile farlo perché la mente sarebbe concentrata sulla fatica invece che sul risultato.

Claressa Shields con i Bose QuietComfort Earbuds

Claressa Shields con i Bose QuietComfort® Earbuds

La musica offre davvero un vantaggio competitivo agli atleti?

Bryson: credo che la musica in sé non dia un vantaggio agli atleti. L’atleta, d’altra parte, è in grado di utilizzare la musica come mezzo per attingere a quell'inclinazione grintosa che ha dentro di sé. Questo motiva solo l’atleta e gli consentirà di ottenere prestazioni di livello e standard elevati.

Trevor: penso che il vantaggio competitivo derivi dalla mentalità di una persona, ma è grazie alla musica che molti atleti, me compreso, sono in grado di raggiungere quel livello mentale e fisico. Elevare i sensi, concentrarsi sul compito da svolgere e trasformare lo stato mentale/fisico: è tutto amplificato dalla musica.

Zach: un fattore fondamentale che consente agli atleti di eccellere, indipendentemente dalla situazione, è il controllo del proprio stato mentale. La musica consente alle persone di accelerare questo processo e di mantenere un atteggiamento mentale che permetta loro di raggiungere il massimo livello delle prestazioni. Ecco perché offre agli atleti un vantaggio competitivo.

Qual è la playlist perfetta per l’allenamento o il pre-gara?

Claressa: il giorno del combattimento creo una playlist con musica rap e gospel. Scelgo il gospel perché so che Dio mi ha benedetta per essere su questo ring consentendomi di vincere, il rap perché tratta delle mie difficoltà, delle miei origini e mi ricorda che, anche se questo è un combattimento, ho affrontato cose più difficili.

DeVonta: qualsiasi playlist perfetta deve includere Rick Ross o Lil Wayne. Adoro le vecchie canzoni di Lil Wayne perché erano toste. Quando gioco, cerco di essere tosto anche io, perciò Lil Wayne mi fa entrare nello stato d'animo giusto. Ascolto musica più rilassante quando gioco ai videogiochi o cucino; mi piacciono molto le canzoni di Anthony Hamilton.

Justin: amo tutti i tipi di musica; dipende soprattutto dal mio umore. Adoro Lil Baby, Future, Young Thug, qualsiasi artista di Atlanta mi dà la carica. Il giorno successivo, però, potrei ascoltare Beethoven prima di una partita o di un allenamento, per cui sono davvero imprevedibile. Le mie playlist sono un po’ diverse, preferisco le canzoni più lente. Adoro la musica R&B perché mi aiuta a calmare la mente.

Zach Wilson con i Bose QuietComfort Earbuds

Zach Wilson con i Bose QuietComfort® Earbuds

DeVonta Smith con i Bose QuietComfort Earbuds

DeVonta Smith con i Bose QuietComfort® Earbuds

Oltre a “darti la carica”, in che altro modo la musica può aiutarti?

Claressa: onestamente, essendo una persona riflessiva e di successo, a volte posso essere distratta dai miei pensieri (allenamento, relazioni, amicizie, affari, soldi): è come se il mio cervello non si spegnesse. Quando le indosso, le mie cuffie con riduzione del rumore soffocano quei pensieri e posso concentrarmi solo sulla musica.

DeVonta: poiché sono una persona riservata, mi permette di allontanarmi da tutti e di concentrarmi su me stesso. La musica è così potente perché ti consente di fuggire.

Justin: Sono una persona tranquilla e non parlo con nessuno prima di una partita. Ho solo bisogno della mia musica per entrare nella giusta mentalità e per comandare in campo nel migliore dei modi. La musica è ideale per dare la carica, ma mi serve tantissimo anche per recuperare o per dedicare del tempo a me stesso.

“La musica racconta una grande storia su qualcuno; fa parte della sua personalità.”

- Bryson DeChambeau

Bryson DeChambeau con i Bose QuietComfort Earbuds

Bryson DeChambeau con i Bose QuietComfort® Earbuds

Bryson DeChambeau con i Bose QuietComfort Earbuds mentre gioca a golf

Bryson DeChambeau con i Bose Sport Earbuds

Quale musica vorresti ascoltare al momento della vittoria?

DeVonta: dovrebbe essere un brano dell’album The Carter IV di Lil Wayne. È uno dei miei album preferiti di tutti i tempi: qualsiasi canzone di quell'album mi renderebbe felice.

Trevor: è così difficile scegliere. Alcuni dei miei artisti preferiti sono sicuramente John Mayer, Drake, Justin Bieber, Lil Baby, Jack Harlow, Kacey Musgraves, Alan Jackson, J. Cole, Lionel Richie, The Kid LAROI e Post Malone. Tutte le loro canzoni a livello collettivo potrebbero facilmente rappresentare la colonna sonora della mia vita.

Zach: sono un grande fan di Drake. Nothing Was the Same è uno dei miei album preferiti di tutti i tempi, quindi ascoltare una canzone come “Started From the Bottom” sarebbe magnifico.

In che modo la musica favorisce lo spirito di squadra?

Bryson: è decisamente interessante parlare con altri golfisti per scoprire cosa ascoltano. La musica racconta una grande storia su qualcuno; fa parte della sua personalità.

Zach: mi piace ricevere consigli musicali dai miei compagni di squadra. Cerco sempre di ampliare la mia playlist, ed essendo un esordiente, la musica mi consente di entrare in contatto con tutti i miei compagni di squadra.

Justin: ascoltare musica negli spogliatoi è uno dei modi migliori per unire e sincronizzare la squadra, sia in campo che fuori.

“Lavora in silenzio e ascolta il fragore del successo.”

- Zach Wilson

D’altro canto, vi sono momenti durante l’allenamento o la partita che richiedono silenzio?

DeVonta: quando scendo in campo per una partita, devo assumere un atteggiamento forte che mi permetta di bloccare gli avversari. Ci saranno sempre persone che non fanno il tifo per te, e mettendo a fuoco in silenzio posso concentrarmi su me stesso e sul mio gioco.

Bryson: i momenti di pura concentrazione, come quando sono sul putting green e pongo tutta l’attenzione su un gesto tecnico, che richiede molto silenzio e mente lucida. Questo silenzio mi consente di riflettere e conseguire risultati.

Zach: durante il possesso palla in partita, ho bisogno di escludere l’ambiente esterno e concentrarmi sul silenzio mi permette di effettuare letture corrette e di giocare ai massimi livelli.

Justin Fields con i Bose Sport Earbuds

Justin Fields con i Bose Sport Earbuds

Trevor Lawrence con le Bose Noise Cancelling Headphones 700

Trevor Lawrence con le Bose Noise Cancelling Headphones 700

Quali caratteristiche cerchi nelle cuffie o negli auricolari?

Claressa: la riduzione del rumore è straordinaria poiché mi consente di distrarmi quando le persone parlano di sciocchezze o cose negative mentre mi alleno, o semplicemente dicono cose che possono scoraggiarmi. La riduzione del rumore, specialmente quando corro e svolgo allenamenti di forza e condizionamento, mi mantiene concentrata sull’attività da svolgere.

DeVonta: seguo la moda, quindi mi interessa il look dei miei articoli. Molti altri prodotti non danno priorità al design, ma Bose fa un ottimo lavoro in quel senso. Che si tratti di Bose QuietComfort® Earbuds, Headphones 700 o Sport Earbuds, posso indossarli con qualsiasi cosa, e la loro tecnologia di riduzione del rumore è la migliore.

Bryson: cerco sempre qualcosa di facile da indossare e super confortevole, qualcosa che escluda il rumore esterno e possa essere utilizzato in qualsiasi occasione.

Trevor: ho bisogno di suoni nitidi e costanti e della possibilità di ascoltare un ritmo così chiaro che si possano quasi distinguere le note. Inoltre, il fit è fondamentale. Mi muovo rapidamente e intensamente quando mi alleno e ho bisogno di cuffie o auricolari a prova di sudore che possano mantenere alta la qualità del suono e rimanere in posizione.

Zach: la priorità numero uno è la riduzione del rumore. Il mio mantra è: “lavora in silenzio e ascolta il fragore del successo”. Quando uso i miei prodotti Bose, siamo solo io e la mia musica senza altre distrazioni. Un altro fattore importante è il “fit”. I Bose QuietComfort® Earbuds offrono diverse dimensioni per il dispositivo in-ear. Questo mi consente di adattare il prodotto alle mie esigenze, il che è fantastico.

Justin: la riduzione del rumore è un fattore importante. Mi piace un design elegante senza fili e un suono potente e pieno.

STORIE CORRELATE

Diventa inarrestabile con Janay Harding
3 modi in cui la musica ti motiva
it